Consigliamo
Spread the love

 Giovedi 11 febbraio, 2017, un tribunale regionale di Potsdam ha sentito la deposizione degli investigatori che hanno spiegato il caso di uno spacciatore di successo nella darknet. La ragione per la quale la storia di questo spacciatore ha fatto notizia, è diventata evidente mano a mano che sempre piu dati venivano alla luce. Gli investigatori in Brandeburgo hanno sostenuto che l’imputato era lo spacciatore di maggior successo della zona. Eppure, hanno perso i milioni guadagnati dall’ arrestato.

 

Secondo le informazioni emerse durante l’udienza nel mese di febbraio, l’uomo ha venduto una quantità significativa di farmaci sul darknet. Per lo più cocaina. Gli investigatori lo chiamarono “il benestante” in base alla quantità di droghe venduta. E credevano pure che potesse entrare in carcere rimanedo “benestante”. Infatti, i pubblici ministeri hanno hanno dovuto fermare l’indagine a metà in quanto il denaro si è rivelato impossibile da trovare.

lol

 

L’imputato in questione interpretava, come minimo, il ruolo di leader del gruppo. L’accusa ha chiamato gli altri tre uomini i suoi “soldati” e dipendenti. Il gruppo vendeva farmaci, per lo più cocaina, sull’ ormai defunto Darknet Market Silk Road (:cry:) utilizzando il vendor account chiamato “Afterhour”.  Secondo la dichiarazione del procuratore, ogni membro del gruppo era di 30 anni, se non più. L’imputato e leader del gruppo, un 31enne di nome Mark W. ha generato milioni di dollari di vendite tra aprile 2012 e luglio 2013.

Il capo investigatore, noto come Thomas P., ha detto che Afterhour crebbe e divenne uno dei più grandi venditori su Silk Road Market in fretta. Anche oggi, ha detto, Afterhour viene classificato come numero quattro nella lista dei venditori più popolari nella Dark Net dai tempi di Silk Road. L’FBI ha detto agli investigatori di Brandeburgo che il gruppo ha guadagnato due milioni di dollari, o più. Thomas P. ha messo in discussione il numero proposto dall’ FBI americana. “Se questo è l’intero ammontare o un importo inferiore o superiore, solo l’imputato sa.”

Polizia No Indizi

Il capo investigatore crede che Mark W. abbia funzionato anche come banchiere del gruppo. Tuttavia, ha spiegato che Mark conosceva e si occupava di Bitcoin molto bene e per questo motivo probabilmente ha conservato il denaro in un portafoglio Bitcoin E Dubita della capacità di chiunque di trovare i soldi.

Ha spiegato che i soldi al momento fluttuano nel cloud.

money cloud

I soldi di Mark W. potrebbero stare galleggiando su una nuvola attraverso la darknet.  In un hidden service, può essere caricato di tutto, tra cui un portafoglio virtuale con denaro virtuale (bitcoin). I cosiddetti bitcoin sono una valuta virtuale, che può essere utilizzata legalmente e illegalmente nel commercio on-line. Mark W. è un maestro a trattare con bitcoin.

I funzionari della LKA (Landeskriminalamt polizia tedesca) hanno rivelato che anche loro, non hanno avuto successo nella ricerca del denaro. Thomas P. ha  mostrato la sua insoddisfazione per la gestione caso. Non gli piaceva che i suoi investigatori avessero smesso di lavorare sul caso, solo per consegnarlo a un diverso  reparto delle forze dell’ordine che pure hanno fallito miseramente nel recuperare il denaro.

L’imputato, Mark W., ha detto agli investigatori che i Bitcoins sono rimasti in un portafoglio hostato su Silk Road Marketplace. Ha pure aggiunto che dopo che l’FBI ha reso Silk Road Market offline il grande guadagno di “Afterhour” è  scomparso con il mercato a lungo perduto. Questa non è l’informazione che gli investigatori volevano sentire (ahahah!). Quindi nonostante la loro lunga ricerca, le forze dell’ordine si sono ritrovate a mani vuote. Dopo la comparizione in tribunale, Thomas P. ha spiegato che la condanna del convitto sarà  severa, ma sarà comunque un uomo ricco, anche in prigione.

 

Lascia un commento