Consigliamo
Spread the love

Nell’Agosto 2016, George Cottrell, al tempo aiutante del noto membro del parlamento Europeo e presidente dell’ UKIP Nigel Farage, veniva arrestato durante l’imbarco di un volo diretto in Gran Bretagna. Al momento dell’ arresto erano presenti sul signor George Cottrel ben 21 capi d’accusa, tra i quali coercizione e riciclaggio.

Questa settimana, Cottrell ha patteggiato con i procuratori dichiarandosi colpevole di frode informatica. L’uomo ha ammesso la colpevolezza per la maggior parte delle accuse presentate dai procuratori, incluso il fatto di aver inviato diverse offerte a trafficanti di droga e spacciatori nella darknet.

Cottrell, tra le altre cose, offriva un popolare servizio di “lavaggio” del denaro, con il quale garantiva di essere in grado di riciclare 150.000 dollari al mese, questo attraverso conti in banca domestici e internazionali. Cottrell fu in grado di convincere diversi trafficanti di droga del suo metodo, facendo loro credere che l’uso di diversi canali di pagamento potesse garantire loro completo anonimato.
Il signor Cottrel ha pure ammesso durante un processo che l’intero procedimento non era null’altro che una frode e un tentativo di estorcere denaro ai venditori dei mercati della darknet. Cottrell, che si presentva online con l’alias “Bill” tentò di rubare o trattenere il denaro dei suoi clienti invece di “lavare” i soldi e mandarli poi su un conto deciso in precedenza.

Cottrell ha ammesso:

“Ho spiegato diversi modi nei quali i profitti dei criminali potevano essere riciclati – ad esempio, metodi per trasferire grosse somme di denaro al di fuori degli Stati Uniti senza innescare meccanismi di controllo e metodi per far apparire i profitti criminali come guadagni da business legittimi per propositi fiscali. Ho falsamente dichiarato che avrei “pulito” i profitti criminali attraverso il mio conto in banca in cambio di una commissione. Invece di lavare i soldi, Banker ed io intendevamo appropriarci del denaro”

La confessione di Cottrel ha dato modo ai giudici e alla corte di ritirare 20 dei 21 capi d’accusa accusandolo ufficialmente di  frode informatica.Il crimine del quale Cottrell è incriminato può costargli fino a 20 anni di prigione e una multa di 250.000 dollari. Anche se la sentenza finale non è stata ancora resa pubblica, è molto probabile che Cottrell si trovi davanti a 20 anni di carcere negli Stati Uniti.
Il caso di Cottrell ha attirato molta attenzione da parte dei media mainstream, soprattutto in Gran Bretagna, questo perchè il “valore stimato” del signor Cottrell si aggira attorno ai 306 milioni di dollari a causa di un fondo fiduciario creato dalla madre Fiona Cottrell.
Un misto tra critica e curiosità ha colpito la popolazione anglosassone soprattutto dopo la rivelazione del fatto che le origini della famiglia Cottrell siano quelle di una famiglia prestigiosa connessa al principe Carlo negli anni 70.

 

In risposta all’ammissione di colpevolezza di Cottrell, Nigel Farage ha rimarcato fermamente la sua posizione in merito, egli afferma di non sentirsi minimamente colpevole della sentenza di Cottrell. Farage ha pure aggiunto, che egli non può rendersi responsabile delle azioni di ogni individuo che gli stia attorno.

Farage ha dichiarato:

“Non era un impiegato, era un volontario. Non veniva pagato. Mi aiutava a fare delle cose.
Ha fatto parte del nostro partito per un paio d’ anni. Non abbiamo mai avuto sospetto alcuno nei suoi riguardi. Si è trovato di fronte 21 capi d’ accusa negli Stati Uniti e di questi 20 sono stati ritirati. Si è dichiarato colpevole di un reato di classe C. Ascoltate, non posso essere responsabile di quello che fanno tutti quelli che mi stanno attorno.”

 

Lascia un commento